Home / Alimentazione / Mangiare lentamente e … perdere il peso!
Mangiare lentamente e … perdere il peso!

Mangiare lentamente e … perdere il peso!

La “chiave magica” sulla perdita di peso …

Molte volte abbiamo sentito che il modo corretto di mangiare, è quello di mangiare lentamente, in modo da assistere sia la nostra salute e la nostra silhouette Questo si basa su una importante scoperta scientifica che il trasferimento del messaggio dallo stomaco al cervello dura circa di 20 minuti .

In breve, richiede qualsiasi persona circa 20 minuti per capire che aveva abbastanza e non ha bisogno di consumare più di cibo. Tuttavia, nel caso qualcuno mangia ad un ritmo rapido, si continua a mangiare ed a consumare le calorie che non sono realmente necessarie per l’organismo, e alla fine li converte in grasso.

“Non importa quanto duramente sto cercando, non ho mai riuscito!”

È perfettamente comprensibile. Non hai bisogno di panico! Una persona che è abituato a mangiare ad un ritmo rapido, è assolutamente naturale di lottare molto all’inizio del suo tentativo di mangiare lentamente, pensando a ogni boccone e mangiare ad un ritmo basso e senza stress.

1ο Passo: Rilassatevi e considerare il pasto come un processo divertente. Concedetevi del tempo e ogni giorno cercare di mangiare un po ‘più lento. Sicuramente non è mai successo fin dal primo giorno. Ci vuole pazienza e di tempo!

Il pasto deve sempre essere un processo piacevole e divertente nel corso della giornata e non un processo in cui una persona tenta di completare un compito.

2ο Passo: Prendere un boccone con la forchetta e prima di metterlo in bocca cercare di osservarlo. Un alimento può essere apprezzato non solo dal senso del gusto ma anche dalla sua immagine e odore. Portare il boccone vicino al vostro naso e senti gli odori del cibo. Mettere il boccone nella bocca e masticare lentamente cercando di sentire tutti i sapori e tutti i materiali che sono stati usati per questo piatto!

All’inizio è davvero difficile e tutto vi sembrerà un ostacolo enorme che sarete mai in grado di precederlo. La chiave a questo punto, è il processo sistematico.

3ο Passo: È possibile di tenere una copia delle vostre abitudini alimentari giornalieri, in un notebook. Mantenendo le note sul tempo che hai avuto il pasto, ciò che è stato incluso, così come il tempo impiegato per ogni pasto, è possibile di monitorare i progressi e di capire che cosa deve essere risolto.

In effetti, alcune delle volte, il problema viene identificato in QUELLO che mangiamo. I piatti pronti, gli alimenti consegnati o precotti, possono portare la persona a una sovralimentazione, non propria necessaria dall’organismo.

4ο Passo: Cucinare il cibo! L’intero processo di cottura crea una saturazione nel senso della vista, ma principalmente per l’olfatto. Ciò comporta il fatto che la persona quando si ferma per un pasto, non ha la sensazione di fame così intenso e così non consuma il cido a un ritmo rapido e con bulimia.

Un altro errore è che ci aspettiamo davvero di morire di fame e poi andiamo a mangiare. Il risultato è un consumo di cibo incontrollato, a un ritmo molto rapido.

5ο Passo: Non aspettatevi di raggiungere lo stadio di morire di fame e poi a mangiare. Seguire un piano nutrizionale specifico ogni giorno con i pasti specifici. Quindi si mangia di meno e sotto meno stress.

Scroll To Top